Archivi categoria: news

SGUARDI DIFFERENTI a Spilimbergo

Vi segnaliamo l’inaugurazione della mostra Mapa de sueños latinoamericanos del fotografo Martín Weber, che si terrà a Palazzo Tadea di Spilimbergo dal 29 giugno 18 agosto 2019, con allestimento curato da studiomas architetti

L’inaugurazione si terrà Sabato 29 a partire dalle ore 18.30, per maggiori dettagli clicca qui

La mostra fa parte della 33esima edizione della rassegna Friuli Venezia Giulia Fotografia 2019 – sguardi differenti, promossa da CRAF, Centro Ricerca e Archiviazione della Fotografia.

Annunci

PAO travelling exhibition a Venezia

E’ stata inaugurata Venerdì 9 Novembre 2018 la mostra PAO travelling exhibition, mostra dedicata alla XV edizione PAO Premio Architettura Città di Oderzo, che rimarrà aperta aperta fino al 25 novembre presso la sede della Tesa 105 (dalla stazione dei treni: vaporetto 4.1 fermata Bacini-Arsenale Nord). Il nostro progetto per il Museo Bailo di Treviso è tra i progetti selezionati. (allestimento della mostra di Pierangelo Scattolin)

LA PINACOTECA

 

fotografia MARCO ZANTA
fotografia MARCO ZANTA

 

Riapre al pubblico al Museo Santa Caterina la Pinacoteca civica, una delle più antiche istituzioni culturali trevigiane, fondata nel 1851. L’allestimento delle opere è totalmente nuovo e si articola negli spazi della “manica lunga”, dalla quale si aprono piccoli ambienti in origine abitati dai frati. Un contesto di grande pregio architettonico, che permette di godere dell’arte in un ambiente carico di storia ma completamente  rinnovato nelle modalità espositive.”  (LEGGI ARTICOLO COMPLETO A QUESTO LINK)

progetto allestimento: STUDIOMAS ARCHITETTI  progetto grafico: METODO STUDIO 

PREMIO ODERZO

Premio Architettura Oderzo

 

“Il quindicesimo Premio Architettura Città di Oderzo, conferito ieri mattina in un affollato Palazzo Foscolo, è andato a “Spazi esterni e sistemazioni a verde intervento di recupero dell’Isola di Sacca Sessola a Venezia” di CZ studio associati, Paolo Ceccon e Laura Zampieri architetti. Si tratta del recupero di un ospedale abbandonato e della sua riqualificazione con funzione turistico-ricettiva ma anche con spazi di uso pubblico, che, secondo il presidente della giuria Nicola Di Battista «ben rappresenta il significato e l’obiettivo dell’architettura oggi: far vivere meglio gli uomini». Sono stati selezionati inoltre altri undici progetti meritevoli di segnalazione e protagonisti di una mostra itinerante che è stata inaugurata ieri a Palazzo Foscolo e che si concluderà a Venezia nel 2018, in concomitanza con la sedicesima Mostra Internazionale di Architettura. L’unica opera trevigiana entrata nel novero delle menzioni è l’avveniristico restauro del “Museo Bailo” di Studiomas architetti (Marco Rapposelli, Piero Puggina) e Heinz Tesar, che rappresenta inoltre l’unico progetto destinato alla conservazione dell’arte tra i segnalati. Gli altri sono: “36 alloggi, ex Conterie a Murano” di Giorgio Macola, “Ristrutturazione e ampliamento rifugio Alpe di Tires, Alpe di Siusi (Bz)” di Senoner Tammerle Architetti, “Sistemazione ambientale di un antico percorso celtico, Gemona del Friuli (Ud)” di Sandro Pittini, “Cittadella della Giustizia, Bassano del Grappa (Vi)” di Boris Podrecca (capogruppo). Sono stati inoltre segnalati quattro progetti per la sezione “Architettura dei luoghi del lavoro al tempo del 4.0”: “Kristalia new Headquarters, Prata di Pordenone (Pn)”, “Faber Headquarters, Udine”, “Il magazzino automatico di Fiorini International SpA, Trecastelli (An)”, “Centro produttivo Agostini shoes, Noventa Padovana (Pd)”. Gli “Architetti Veneti nel mondo” che hanno ricevuto la menzione speciale sono Toti Semerano e Demogo studio.”

(tratto da la tribuna del 15/10/2017)

 

leggi qui l’articolo pubblicato da il Giornale dell’Architettura relativo al PREMIO ODERZO 2017

auguri Georges!

Georges Méliès, nato nel 1861 a Parigi, dove morì nel 1938, è considerato da molti uno dei padri del cinema insieme ai fratelli Lumière.

Oggi 3 maggio è l’anniversario di uno dei suoi più grandi successi, ovvero ‘À la conquête du pôle’ (Alla conquista del Polo), una pellicola del 1912 dove si raccontavano in stile comico e fantastico le imprese del professor Maboul (Interpretato da Méliès stesso) e della sua spedizione in mongolfiera al Polo Nord (info tratte da Quotidiano.net)

Vi suggeriamo di gustarvi qui di seguito anche la visione de L’Homme Orchestre, assolutamente geniale!

https://archive.org/details/LhommeOrchestre

 

per approfondire su Georges Méliès:

https://archive.org/details/georgesmelies

http://www.cinetecadibologna.it/files/festival/CinemaRitrovato/2009/pdf/melies.pdf